Icon of the Category "Before XII cent."Campanile di San Martino (Ciucarun) Bollengo

Campanile di San Martino (Ciucarun)

Un campanile nel prato orlato dal bosco: ciò che resta di un villaggio di abbandonato da 700 anni

Il Campanile romanico di San Martino, o Ciucarun come detto dai locali, è l‘unico resto di Paerno, un villaggio che sorgeva alle porte del borgo fortificato di Bollengo. Oggi è tappa riconosciuta da tutti i viandanti che percorrono il tratto della via Francigena eporediese est", ai piedi della Serra.

Information curated by:
Raytrayen Beakovic Lauria, Staff Landscapefor (2021-2024)

Geographic coordinates:
45.4881° 7.9418°

Open AtlasFor

Media available

Da Google Earth: il Campanile è evidenziato in giallo. In verde, il crinale della Serra; in azzurro, lontano, il lago di Viverone. E' evidente come il Ciucarun sovrasti i comuni odierni di Bollengo e Burolo.

Storia / Una breve storia

Paerno si cita in documenti nel 1250, l'anno in cui viene fondato, per volontà del vescovo di Ivrea, il borgo franco di Bollengo per ospitare gli abitanti di paesi come Paerno. In poco tempo il villaggio medioevale, insieme a Pessano viene abbandonato e demoliti, salvo le chiese, che sono officiate fino al XV secolo. Nel 1477 a causa del degrado della costruzione la chiesa viene sconsacrata e la si utilizza solo come oratorio. Nel 1731, divenuta covo dei briganti, l'aula della chiesa viene de...

Architettura / Il Campanile

Nelle immagini: l'esterno del campanile che, oltre alla successione di aperture, presenta anche la parte di muro connessa con la chiesa scomparsa. L'interno del campanile.

Architettura / La pianta

La pianta rilevata rappresenta solamente la struttura della base del campanile, unico elemento superstite fino ad oggi. Dall'immagine si vede chiaramente che la torre è quadrata, con due aperture chiuse in seguito e l'apertura dell'ingresso.

Il video dà una visuale alternativa del campanile e del contesto che lo circonda. Di recente registrazione si può notare che la struttura appare restaurata.

Eventi / La Ciuca Run

Nell'immagine è evidenziato il percorso in rosso e in giallo la localizzazione del Ciucarun; insieme è presentata la locandina dell'edizione 2020 della gara.

Ad oggi tutto il prato sovrastato dal campanile superstite viene definita dagli abitanti “Il Ciucarun”. Il soprannome, tramandato negli anni, deriva dal dialetto piemontese di quella zona e significa “Grande Campanile” sia per richiamare l’unico resto sopravvissuto fino ad oggi e sia in riferimento all’importanza che l’elemento architettonico, con le sue campane, ha sempre avuto all’interno della piccola società di Paerno e poi di Bollengo. Anche se nel tempo la sua funzionalità si è modifi...

License

Share on

Permalink: