Icon of the Category "Urban"Via Balbi Genova

Via Balbi

A street wanted by the Balbi family at the beginning of 1600, taking back the mosìdel of Strada Nuova. Today is in the UNESCO list for its noble palaces.

A road designed to enhance the four large buildings: the two churches and the University built in the first stretch, but it is also an alternative to the via Prè, which from the Middle Ages was the only axis out of the door to the west. With the arrival of the railway and the movement of the passenger seaport, it became the most important entrance to the city, confirmed until nowadays by the presence of the University and the museum of the Royal Palace.

Information curated by:
Isabella Rizzitano (2018-2024)

Geographic coordinates:
44.4144° 8.9273°

Open AtlasFor

Address:
via balbi

Media available

Materiale di documentazione / la fine dell'Ottocento

Materiale di documentazione / 1

Fu progettata da Bartolomeo Bianco nel 1585, sfruttando l'onda partita con la costruzione di Strada Nuova. Venne realizzata solamente tra il 1601 e il 1618 per volere di Stefano Balbi, ricchissimo esponente della famiglia nota per la sua attività bancaria.

Materiale di documentazione / 2

Materiale di documentazione / 3

L'angolo tra via Balbi e piazza della Nunziata fotografato nel 1931. Un vigile urbano dirige il traffico mentre donne in bicicletta sono in primo piano

Materiale di documentazione / 4

Materiale di documentazione / 5

Materiale di documentazione / 6

La foto, scattata nel 1859 da A. Godard mostra l'arco di trionfo costruito per la venuta a Genova di Vittorio Emanuele II.

Tra via Balbi e salita Santa Brigida, l'8 giugno del 1976 venne ucciso il procuratore della Repubblica Francesco Coco. L'uomo, accompagnato da due agenti di scorta fu vittima di un agguato delle Brigate Rosse. Si inauguravano gli anni di piombo

Learn more

Structured Data

Wikidata has structured data about Via Balbi.
Wikidata logo

License

Share on

Permalink: