Il progetto di Monterosso

Il complesso di Monterosso ad Acqui Terme, è un raro esempio in Italia di stretta collaborazione tra architetti, pittori, scultori e mecenati per dare vita ad un luogo di bellezza e di creazioni artistiche. Il progetto della villa risale agli anni Venti del Novecento, quando il conte Arturo Benvenuto Ottolenghi, discendente da una famiglia di origine ebraica nota ad Acqui e sua moglie, l’artista tedesca Herta Von Wedekind zur Horst, decidono di stabilirsi nel borgo di Monterosso. Insieme si rivolgono all’architetto Federico D’Amato che negli anni verrà affiancato dagli archietti Piacentini, Vaccaro e Rapisardi, nella realizzazione della villa e del mausoleo nel giardino, chiamato Tempio di Herta. il complesso viene terminato nel 1953.

La veduta laterale mette in risalto il corpo principale della Villa e il Tempio di Herta, il mausoleo nel giardino.

Share on:
short URL:

License