Icon of the Category "XXI Cent."25 Verde Torino

25 Verde

An iconic project by Luciano Pia (with the technical contribution of Ubaldo Bossolono) known as "tree houses". A dossier with photographs, drawings and texts of the designer.

"25 Verde" (Via Chiabrera 25) is a residential building consisting of 63 single-family units, designed as "tree houses". Luciano Pia's project had a long conception: from 2007 (first idea) to 2012 (delivery of the apartments). In 2013 he won the "Revealed Architecture" award, established by the Architecture Foundation - Order of Architects of the Province of Turin. As Pia stated: “The clients (a group of investors made up of Gruppo Corazza, Maina Costruzioni and DE-GA, a company that also carried out the work) asked me to design a building that could be attractive, that could become a point of reference and desire among the residential buildings of contemporary Turin ”.

Information curated by:
Fondazione Landscapefor (2019-2024)

Geographic coordinates:
45.0453° 7.6805°

Open AtlasFor

Media available

Presentazione / Presentazione di 25 Verde

Puntata dedicata a "25 Verde" (in lingua francese), della serie di documentari televisivi "Echologis - Nature Urbaine", realizzata da TVONLY con la partecipazione di France Televisions. Anno di produzione: 2015, durata: 26 minuti, trasmessa originariamente su "TV5 Monde" e successivamente disponibile on line sulla piattaforma Vimeo.

“… ho pensato che per andare ad abitare in una ex zona industriale, vicina al centro, ma non nel centro storico, vicina al fiume, ma non sul fiume, vicina al parco, ma non sul parco, circondata da anonimi fabbricati industriali, ad uffici o residenziali, senza una vera identità e privi di carattere, bisognava creare un ambiente diverso, che fosse capace di proteggere il futuro abitante di quella casa dall'anonimo contesto circostante, creare un'isola felice in cui poter stare, un progetto in...

“...volevo fare in modo che ci fosse la massima integrazione tra spazio interno e spazio esterno, che tutti avessero grandi terrazzi, giardini, alberi ecc… Volevo inoltre fare in modo che il progetto seppur “diverso dal contesto” fosse parte integrante del tessuto urbano, in cui l'isolato urbano, tipico della città di Torino ed il giardino interno fossero elementi caratterizzanti”.

“...normalmente gli architetti immaginano un progetto, lo disegnano, lo fanno realizzare e poi negli spazi lasciati liberi dalla costruzione vengono piantati alcuni alberi che col tempo, in qualche modo, cresceranno. Io ho voluto fare esattamente il contrario; prima sono stati progettati i giardini, gli alberi e gli arbusti e poi, nello spazio lasciato libero dagli alberi, sono state progettate le unità abitative. Non è una casa con degli alberi, ma un territorio naturale (verde) abitato”.

“… le sfide per costruire il “25 Verde” sono state molte. Innanzitutto il progetto del verde, la sua manutenzione e la possibilità di vita e crescita nel tempo. Il verde aveva il sopravvento su tutto poiché tutto ruotava attorno al verde. Il verde doveva essere rigoglioso e preponderante; il resto quasi secondario. È un cambiamento di mentalità da parte di tutti. Normalmente nelle costruzioni il giardiniere e l'agronomo arrivano per ultimi. Ma qui gli alberi sono la costruzione del paesaggio ...

“...il design del fabbricato aiuta a conservare energia in diversi modi. Attraverso l'uso del verde si mitigano gli sbalzi di temperatura, le foglie proteggono dal sole d'estate, creando una fresca ombra e lasciano passare i raggi in inverno, per riscaldare naturalmente gli ambienti interni. Le grandi vetrate a piena parete delle unità abitative che si affacciano sui terrazzi, permetto l'ingresso della luce naturale all'interno delle case e non c'è bisogno di accendere la luce per illuminare ...

"... la superficie dei terrazzi e dei giardini privati è circa il 50% della superficie interna abitabile. Anche questo è piaciuto molto agli abitanti che possono godere dello spazio esterno in tutte le stagioni; anche in inverno fa piacere potersi affacciare sul proprio terrazzo innevato. Dona un senso di apertura verso l'esterno che altrimenti manca, non ci si sente costretti in casa; anche grazie alla presenza dei grandi vasi che contengono alberi alti sui terrazzi ai vari piani: hanno un d...

Nella immagine l'architetto Luciano Pia fotografato nella corte interna del "25 Verde"

“...uno dei problemi che abbiamo dovuto affrontare è stato come poter realizzare una struttura che non fosse standardizzata e ripetitiva, una struttura che aveva una parte abitata, praticamente a temperatura costante durante tutto l'anno e quindi priva di dilatazioni termiche, con annessa una parte esterna dei terrazzi e degli alberi che passava dai -20°C in inverno ai +60°C in estate sotto il sole rovente".

Il fabbricato, nonostante non abbia una forma compatta e quindi risulti più esposto alle dispersioni attraverso le pareti, rientra nel segmento più alto dell'efficienza energetica (classe A), ed i costi di gestione per riscaldamento produzione acqua calda e raffrescamento, sono molto molto bassi.

“... il disegno interno e l'organizzazione spaziale delle camere è stato lasciato agli utilizzatori ed ai loro consulenti arredatori, e questo è stato un elemento vincente. Ognuno ha potuto progettare la propria casa, da zero, con sua grande soddisfazione e qualche problema di gestione del cantiere, ma questo non conta. Le 63 unità di base sono state suddivise secondo le seguenti pezzature: unità dai 45 ai 60 metri quadri al piano terra in duplex con giardini e terrazzi, unità dagli 80 ai 90 ...

“... i residenti hanno un ruolo attivo nella gestione del verde di copertura, che è loro privato, legato all'unità dell'ultimo piano. Tutto il resto del verde è condominiale, gestito in modo unitario dal giardiniere che ha in carico la gestione la manutenzione e la cura dell'insieme delle specie vegetali. La gestione e la “proprietà condominiale del verde” è stata d'altronde anche una richiesta della Città di Torino che ha dato il permesso di costruire. Siccome il verde è parte integrante d...

Note biografiche / Luciano Pia

Luciano Pia (San Giusto Canavese, TO, 1960) si forma a Torino sotto la guida di Andrea Bruno, con un sodalizio che dura per oltre quindici anni e numerosi progetti in Italia e all'estero, in particolare di recupero di edifici monumentali. Nel 1997 a Parigi apre uno studio in proprio, e dal 2000 si avvia la collaborazione professionale con DE‐GA s.p.a. ‐ una delle più importanti imprese di costruzioni di Torino, con i progetti per la “Scuola Universitaria Interfacoltà di Biotecnologie” di Tori...

Learn more

Structured Data

Wikidata has structured data about 25 Verde.
Wikidata logo

License

Share on

Permalink: