Juvarra il cinese

L'architetto di corte nel 1730 si divertiva anche a realizzare un gabinetto cinese, andando a Roma a comprare le lacche originali da inserire a parete, inserendo il tutto in un telaio splendido di cornici dorate. Completa il ricchissimo ambiente il soffitto affrescato da Beaumont, altro pittore alla moda dell'epoca.

Share on:
short URL:

License