Icon of the Category "XVI Cent."Castello del Valentino Torino

Castello del Valentino

At the heart of the homonymous park, on the banks of the Po river, the Castello del Valentino was one of Savoy residences from the sixteenth century. Today the castle is owned by the Politecnico of Turin and is the headquarter of the Architecture faculty

Information curated by:
Giorgia Senini, Martina Savi, Setareh Pedone, Staff Landscapefor (2019-2022)

Geographic coordinates:
45.054° 7.6869°

Open AtlasFor

Address:
Viale Mattioli, 39 - Torino

Tags:
#residenze-sabaude, #pon-scuola, #abbandono, #corso-architettura-i.

Media available

Il Castello del Valentino si inserisce in un contesto caratterizzato dal parco omonimo, progettato nella seconda metà del XIX secolo, e si affaccia sul Po. Alla facciata del castello rivolta verso il fiume fa da sfondo la collina torinese, mentre quella rivolta verso la città si apre sul borgo ottocentesco di San Salvario.

I progetti diedero vita ad un palazzo che raddoppiava la struttura preesistente, chiudendola con due torri, raccordate con portici terrazzati a due nuovi padiglioni, collegati da un’esedra semicircolare

Le terrazze di collegamento tra le torri sono sostituite da due ampie gallerie ed è modificato parte dell’apparato decorativo delle sale al piano nobile

Spaccato del Castello del Valentino. I due avancorpi anteriori hanno sostituito nel XIX secolo l’esedra semicircolare costruita dai Castellamonte

Bombardamenti aerei. Censimento degli edifici danneggiati o distrutti

Nel 1956, un kolossal in perfetto stile americano tratto dal romanzo di Tolstoi con Audrey Hepburn e Henry Fonda, ma prodotto da Dino De Laurentiis e girato in Piemonte con dovizia di comparse e di ricostruzioni e con Mario Soldati a dirigere le scene di massa. Il castello del Valentino diventa il castello prussiano di Tilsit, dove avviene lo storico incontro tra lo zar Alessandro I e Napoleone.

Atrio di collegamento tra il fiume e la città, la sala delle Colonne è caratterizzata da sei simili a quelle del portico aperto verso Torino. L'immagine attuale è esito dei cantieri che, nel XVII secolo, hanno trasformato il palazzo secondo i criteri della magnificenza ducale, definendo uno spazio di relazione tra i grandi scaloni verso il Po, l'atrio da cui si accede allo scalone che permette di raggiungere la loggia e gli appartamenti del piano nobile e la corte

Particolari / PIANO TERRA _ Cappella

Situata al piano terreno del padiglione nord-ovest, di ridotte dimensioni, ha pianta rettangolare ed è connotata da una copertura formata da due volte a crociera affiancate, finemente ornate con motivi in stucco bianco raffiguranti elementi vegetali, festoni di fiori e frutta e testine di putti. Parte della decorazione prosegue sulle pareti, dove va a incorniciare le quattro finestre, due delle quali si affacciano a nord sull'Orto botanico, mentre le restanti due si aprono nella parte sud su ...

Centro del piano nobile del palazzo costruito al «Vallantinum», il Salone d'onore o Gran Sala è il nodo della ristrutturazione del primo Seicento, fulcro della composizione dei due appartamenti destinati alla duchessa, verso sud, e al principe ereditario, a nord

Particolari / Il Sottotetto

Il sistema di copertura del Castello del Valentino è formato da una complessa orditura in legno che sostiene lastre in ardesia fissate a un tavolato. Con i primi lavori, affidati a maestranze savoiarde specializzate coordinate da La Fortune nell'ambito del grande cantiere seicentesco, si costruiscono le coperture del corpo di fabbrica parallelo al Po e delle torri, disposte secondo il principio del pavillon-système francese

Racconti / Fuga in Valigia

Come Cretinetti paga i debiti (Itala Film, 1909)

Structured Data

Wikidata has structured data about Castello del Valentino.
Wikidata logo

License

Share on

Permalink: