Icon of the Category "Culture/Loisir"Lingotto - il complesso Torino

Lingotto - il complesso

The largest multifunctional centre in the city

Lingotto is a monumental building, an unmistakable element of the urban landscape of Turin, an example of modern architecture. Lingotto was the first production plant of the FIAT car factory. It was a crucial place in Turin’s productive history and now it embodies the evidence of industrial past of the city’s identity. From 2000 it was converted into a multifunctional centre, the biggest in town.

Information curated by:
Germana Chiusano, Setareh Pedone, Staff Landscapefor (2018-2022)

Geographic coordinates:
45.032° 7.6655°

Open AtlasFor

Address:
Via Nizza, 250

Tags:
#architettura, #recenti.

Media available

Materiale di documentazione / Un viaggio negli eventi del Lingotto

Materiale di documentazione / Lingotto, elementi particolari

Materiale di documentazione / Lingotto, il centro commerciale

Contesto / A sud della città

Vista aerea del complesso del Lingotto

Rappresentazione panoramica degli stabilimenti fiat a Torino- il Lingotto è in basso a sinistra (da libro "Torino Industria"Persone, lavoro, imprese. Giuseppe Berta, Ufficio Stampa Fiat, 2008 - ASCT – Nuove acquisizioni pubbl. 217)

Nel 1915 iniziano i lavori di costruzione della nuova fabbrica automobilistica FIAT che sorse, su incarico del Senatore Giovanni Agnelli, su alcuni terreni abbandonati della nobile famiglia dei Conti Robilant, alla periferia sud della città. Viene inaugurata nel 1923, anche se i lavori terminano solo a cavallo del 1929-1930. Per prima viene costruita l'Officina di Smistamento, nella parte meridionale dell'area, successivamente vengono avviati i lavori di costruzione delle Nuove Officine, oss...

Nella foto la FIAT Topolino del 1936

Bombardamento della fabbrica Lingotto durante il conflitto della seconda guerra mondiale

Produzione in serie

Architettura / La Bolla panoramica

Questa scenografica architettura, ubicata sul tetto della torre sud (una delle tre maniche di edifici che fanno da intermezzo tra i cortili) è opera dall'architetto Renzo Piano. Realizzata nel 1994 in vetro e acciaio, ospita una panoramica sala riunioni, sferica e vetrata, sospesa a 40 metri dal tetto. Accanto esternamente è stato costruito anche un eliporto.

Ingresso del Politecnico - sede Lingotto

Architettura / Il Centro Congressi

La grande sala

Architettura / La pista automobilistica

Storicamente uno dei simboli e dei fiori all'occhiello della ex fabbrica automobilistica FIAT, opera d'avanguardia per l'epoca, fu costruita per collaudare le vetture appena realizzate ai piani inferiori dello stabilimento che raggiungevano la pista attraverso la celebre rampa elicoidale. Fu realizzata nel 1919: lunga 1 km e mezzo, larga 24 m e dotata di curve paraboliche, poteva sostenere il collaudo simultaneo di 50 vetture.

L'edificio originario dei primi del novecento, ancora oggi presente, è opera dell'architetto Giacomo Mattè Trucco e copriva, nel suo complesso, 400.000 mq. Le officine, il cuore pulsante dell'area, sono state costruite in cemento armato e corrono lungo la ferrovia per 600 metri. L'area si sviluppava principalmente su due corpi di fabbrica: le Nuove Officine e l'Officina di Smistamento, rispettivamente riconvertite la prima a Centro Congressi e Auditorium, la seconda a spazio fieristico. Il co...

Uno degli ingressi

La Pinacoteca dedicata a Giovanni e Marella Agnelli è stata inaugurata nel 2002 ed è firmata nuovamente dall'architetto da Renzo Piano. Come per la Bolla è ubicata sul tetto con una parte esterna sopraelevata e sospesa chiamata “Scrigno” (contiene infatti i “tesori artistici della famiglia Agnelli) che richiama, con la sua regolarità, ad una relazione diretta con il fabbricato preesistente. Improntata alla semplicità e alla pulizia del volume accoglie al suo interno le opere d'arte della col...

Architettura / Il Camplus

La parte nord del corpo di fabbrica centrale ospita oggi una residenza universitaria per studenti. Realizzata nel 2xxxx seguendo uno stile contemporaneo e funzionale, dispone di camere doppie e loft di 60 mq, e può arrivare ad accogliere fino a 100 studenti. Il Camplus mette a disposizione anche ampi spazi comuni tra cui ampie aree relax e un'arena-auditorium. La grande vetrata tipica dell'ex fabbrica offre una spettacolare vista panoramica sulla collina, le Alpi e il fiume Po.

Architettura / L'Auditorium

Progettato e realizzato dall'architetto Renzo Piano nel 1994 è una delle sale da concerto di musica classica più belle e suggestive della città. Dalla volumetria plasmabile, sorge dove un tempo era collocata la vecchia catena di montaggio dello stabilimento. In funzione della tipologia degli eventi che accoglie è dotata di sofisticati sistemi di regolazione acustica (ha infatti beneficiato della consulenza dell'ingegnere acustico Helmut Müller) e regolazione della capienza della sala attraver...

All'interno del complesso del Lingotto sono presenti due grandi Hotel di lusso a quattro stelle: L'Hotel NH Torino Lingotto Congress e L'Hotel NH Torino Lingotto Tech, rispettivamente di 240 e 170 stanze. Quest'ultimo, l'Hotel Lingotto Tech, è stato progettato da Renzo Piano. Raffinato ed elegante, dialoga abilmente con la struttura preesistente, l'antica officina FIAT, attraverso ampi spazi comuni, come la grande hall in acciaio e marmo, mentre imponenti ascensori in vetro lo percorrono vert...

Lo stabilimento FIAT- foto aerea

Progetti / Le Corbusier

Nell'opera Vers une architecture di Le Corbusier (1923), maestro dell'architettura del Novecento, all'interno del capitolo dal titolo Architettura o Rivoluzione, l'autore cita ed esalta la fabbrica del Lingotto come esempio di archi-tettura moderna: “uno degli esempi più impressionanti che l'industria abbia mai offerto”, riferendosi in particolare l'autodromo come soluzione innovativa e originale.

Progetti / La rampa elicoidale

Particolare della rampa vista dal basso

Schizzo di progetto di Renzo Piano

La proposta, che non fu selezionata, degli archietti Hermann Fehling e Daniel Goegel per il rinnovamento del Lingotto, 1982.

Nel 1982 venti architetti furono invitati a riprogettare l'area del Lingotto appena dismessa. Fu una consultazione internazionale lanciata dalla FIAT attraverso una società a capitale misto. Nessuno dei venti progetti fu selezionato, ma l'originalità e l'innovazione delle idee fu ben rappresentata da una selezionata rosa di architetti di fama internazionale. Fu poi Renzo Piano ad aggiudicarsi l'incarico.

La parte più vecchia dell'edificio, a sud dell'area, ossia le ex Officine di Smistamento, è quella che è stata riconvertita a spazio fieristico. Ospita grandi eventi come: il Salone del Libro, il Salone del Gusto, Terra Madre, Artissima, solo per citarne alcuni.

Particolari / Il Lingotto: un simbolo

Il Lingotto come fabbrica fu definitivamente chiusa nel 1982 momento in cui si aprì un nuovo capitolo della sua storia. La riconversione-ristrutturazione dello stabilimento, forzata dalla crisi degli anni '80, ha rappresentato l'occasione per la ricerca di una nuova identità, di una riappropriazione urbana fatta a tappe, secondo lente e successive sedimentazioni. Nel “nuovo” Lingotto convergono oggi molte e diversificate attività improntate principalmente alla cultura, tra queste quelle del t...

Citazione del libro: Torino Industria. Persone, lavoro, imprese. Ufficio Stampa FIAT, Torino, 2008, pag. 176

Citz: “Torino Industria. Persone, lavoro, imprese. Giuseppe Berta, Ufficio Stampa Fiat, 2008, pag. 178

Learn more

Structured Data

Wikidata has structured data about Lingotto - il complesso.
Wikidata logo

License

Share on

Permalink: